Condividi articolo

Gentile Cliente,
la legge di bilancio 2018 ha introdotto una serie di novità assai importanti che ritengo possano essere di interesse. Ho ritenuto pertanto opportuno cercare di riepilogarle brevemente in questa circolare:

LAVORO E OCCUPAZIONE
Riduzione dei contributi previdenziali, in favore dei datori di lavoro privati, con riferimento alle assunzioni con contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, effettuate a decorrere del 1° gennaio 2018, di lavoratori aventi determinati requisiti anagrafici (30-35) e che non abbiano avuto (neanche con altri datori di lavoro) precedenti rapporti di lavoro a tempo indeterminato.
Innalzamento delle soglie reddituali per l’accesso al bonus 80 euro, con conseguente ampliamento della platea dei lavoratori beneficiari (comma 75).

IMPRESA
Sterilizzazione degli aumenti delle aliquote Iva per l’anno 2018 e delle accise per l’anno 2019.
Prorogata al 31 dicembre 2018 la detrazione al 65 per cento per le spese relative ad interventi di riqualificazione energetica degli edifici (c.d. eco bonus), che viene ridotta al 50 per cento per finestre ed infissi, schermature solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale. Analoga proroga è disposta per la detrazione del 50 per cento per gli interventi di ristrutturazione edilizia, nonché per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici di classe non inferiore ad A+.
Detrazione del 36 per cento per interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private, realizzazione di impianti di irrigazione, pozzi, coperture a verde e giardini pensili.

FISCO
Chiarisce che la determinazione del valore dei “beni significativi” deve essere effettuata sulla base dell’autonomia funzionale delle parti staccate rispetto al manufatto principale (comma 9)
Prorogata per l’anno 2018 le misure di superammortamento e di iperammortamento, che consentono alle imprese ed ai professionisti di maggiorare le quote di ammortamento dei beni strumentali, a fronte di nuovi investimenti effettuati (commi 14-20).
Introduzione, dal 2019, della fatturazione elettronica obbligatoria nell’ambito dei rapporti tra privati ed eliminazione dello speso metro ( commi 590-513).
Riduzione – dal 1° marzo 2018- da diecimila a cinquemila euro della soglia oltre la quale le amministrazioni pubbliche e le società a prevalente partecipazione pubblica, prima di effettuare i pagamenti, devono verificare che il beneficiario del pagamento non abbia debiti con l’agente di riscossione (commi 557-560).
Sospensione da parte dell’Agenzia delle Entrate, fino a trenta giorni, delle deleghe di pagamento (f24) delle imposte effettuate mediante compensazioni che presentano profili di rischio, ai fini di controllo dell’utilizzo del credito (comma 561).
Estensione della definizione agevolata 2016 e introduzione di una nuova definizione agevolata 2017, nonché estensione dello split payment a tutte le società controllate dalla p.a.
Si eleva da 2.840,51 a 4.000 euro il limite di reddito complessivo per essere considerati fiscalmente a carico, limitatamente ai figli di età non superiore a 24 anni (commi 144-bis e seguenti).
Si limitano la deducibilità e la detraibilità ai fini Iva delle spese per carburante ai soli pagamenti tracciabili (commi 512-sexies e 512-septies).
Nuove scadenze fiscali: il termine per la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute (c.d. speso metro) relative al secondo trimestre è effettuato entro il 30 settembre (in luogo del vigente 16 settembre), il termine per la presentazione della dichiarazione in materia di imposte e di Irap è prorogato dal 30 settembre al 31 ottobre.
Il termine entro il quale i sostituti di imposta che effettuano le ritenute dei redditi trasmettono in via telematica all’Agenzia delle entrate le dichiarazioni uniche è prorogato dal 31 luglio al 31 ottobre (commi 513-quinquies e sexies).
Il termine per la presentazione della dichiarazione ad un Caf-dipendenti è prorogato dal 7 luglio al 23 luglio (comma 513-septies).
Stretta sugli obblighi di dichiarazione Iva: sanzione amministrativa compresa tra 250 euro e 10.000 euro per il cessionario o committente in caso di applicazione dell’imposta in misura superiore a quella effettiva, erroneamente assolta dal cedente o prestatore, fermo restando il diritto del medesimo cessionario o committente della detrazione.
Estesa la platea dei beneficiari e incrementato il beneficio economico collegato al Reddito di esclusione – Rei (commi 107-114). Decadono i requisiti collegati alla composizione del nucleo familiare richiedente, di cui vengono considerate esclusivamente le condizioni economiche. Il massimale annuo riferito alla componente economica Rel è incrementato del dieci per cento (esclusivamente per i nuclei familiari con 5 o più componenti il beneficio passa da 485 a circa 534 euro mensili).
Il Bonus bebè viene circoscritto al solo anno 2018 (invece che a decorrere da tale anno) per l’importo annuo che comunque rimane pari a 960 euro annui.

UNIVERSITA’
La detrazione dei canoni di affitto torna a spettare agli studenti iscritti ad un corso di laurea presso una università ubicata in comune distante da quello di residenza almeno 100 chilometri e , comunque, in una provincia diversa, per unità immobiliari situate nello stesso comune in cui ha sede l’università o in comuni limitrofi, per un importo non superiore a 2.633 euro.

SPORT
Si prevede che le attività sportive dilettantistiche possono essere esercitate con scopo di lucro; riconosciuta l’agevolazione fiscale relativa alla riduzione della metà dell’Ires (commi 217-219)

Lo studio resta comunque a totale disposizione per qualsiasi chiarimento e ulteriore approfondimento in merito a quanto sopra riportato.
Certi di aver fatto cosa gradita porgiamo Cordiali saluti.
Rag. Francesco Salani

Condividi articolo
Iscriviti allaNewsletter

Iscriviti allaNewsletter

Per ricevere gli aggiornamenti periodici in materia tributaria e fiscale.

I tuoi dati sono stati inviati con successo!